Seleziona una pagina

Gran Turismo 7

Gran Turismo 7 – Tende allo stato dell’arte?

Ci sono due cose che l’uomo non ammetterà mai di non saper fare: guidare e fare l’amore (Stirling Moss)

Fra tutti i giochi di vario livello e caratteristiche votati al mondo delle corse d’auto, nessuno può eccepire sul fatto che Gran Turismo sia la saga più conosciuta, più longeva e più giocata per lo meno nell’ambito dell’universo degli utenti di console. Con una doverosa precisazione che serve a dissipare qualunque dubbio in merito alla sua collocazione: esso non è né un gioco puramente arcade, né un vero e proprio simulatore, bensì è una miscellanea dei due potendosi senz’ombra di dubbio definire un ottimo “simncade”.

Sono passati 25 anni da quando ci cimentammo con la prima versione che girava su PS1 e GT ci ha sempre tenuto incollati davanti allo schermo del televisore.

Certo, non è stato l’unico “simulatore” realizzato, né l’unico con cui noi si sia scesi in pista, ma con altrettanta certezza è stato il più coinvolgente e, appunto, duraturo. Soprattutto, è il più fruibile e il più immediato nell’utilizzo. Questo grazie ad un sapiente studio dell’interfaccia utente, delle possibilità offerte man mano le versioni si sono avvicendate e della sua crescita di concerto con il succedersi dei vari modelli di PlayStation.

Di GT ve ne sono stati tantissimi e ci sia concesso qui elencarli (fonte Wikipedia), anche per rinfrescare la memoria ai più giovani e a coloro che fanno parte della Comunità da minor tempo:

Serie classica

  • Gran Turismo (PlayStation, 1997)
  • Gran Turismo 2 (PlayStation, 1999)
  • Gran Turismo 3: A-Spec (PlayStation 2, 2001)
  • Gran Turismo 4 (PlayStation 2, 2004)
  • Gran Turismo 5 (PlayStation 3, 2010)
  • Gran Turismo 6 (PlayStation 3, 2013)
  • Gran Turismo 7 (PlayStation 4 e PlayStation 5, 2022)

Serie Sport

  • Gran Turismo Sport (PlayStation 4, 2017)

Serie Concept

  • Gran Turismo Concept: 2001 Tokyo (PlayStation 2, 2002)
  • Gran Turismo Concept: 2002 Tokyo-Seoul (PlayStation 2, 2002)
  • Gran Turismo Concept: 2002 Tokyo-Geneva (PlayStation 2, 2002)
  • Gran Turismo HD Concept (PlayStation 3, 2006)

Spin-off

  • Gran Turismo (PlayStation Portable, 2009)

Edizioni speciali

  • Gran Turismo 5: Academy Edition (PlayStation 3, 2012)
  • Gran Turismo 6: 15th Anniversary Edition (PlayStation 3, 2013)

Anteprime

  • Gran Turismo 2000 (2000)
  • Gran Turismo 4: Prologue (2003)
  • Gran Turismo 4: Online test version (2006)
  • Gran Turismo 5: Prologue (2008)
  • Gran Turismo 5: Prologue Spec III (2008)

Come si può ben vedere, la versione attuale, Gran Turismo Sport, è defilata dalle altre della serie principale e dalla incipiente Gran Turismo 7. Noi questo lo abbiamo sempre saputo, fin dalla sua presentazione. Essa costituì un po’ uno shock proprio perché si discostava dalla tradizione e praticamente si era trasformata in un gioco online.

Ma fu un necessario passaggio, perché trasportò il gioco dalla PS3 alla nuova PS4 e introdusse la gestione appunto “Sport”, permettendo le gare online organizzate e successivamente il Campionato FIA Gran Turismo; migliorò graficamente permettendoci di avere i 60fps su PS4 e i 4K HDR su PS4 Pro;  ci fornì tutte le auto in versione premium, con visuale interna dettagliata (cosa che però non riguardò molte delle Vision GT); introdusse la possibilità tramite il visore VR di poter guidare le auto in modalità virtuale, funzione peraltro praticamente demo, non utilizzabile nelle gare sia arcade, sia online; mantenne la fruibilità e la gestione delle lobby delle precedenti; ci confermò un photo mode e un replay completi e di qualità con in più l’introduzione della modalità “Panorami”; ci diede la gestione delle livree e degli abbigliamenti dei piloti, spalancando un mondo di possibilità a coloro i quali nel gioco non cercano solo la guida, oltre che in questo modo poter facilmente individuare e aggregare Team e Campionati; stessa cosa per quel che concerne l’implementazione di un museo dell’automobile, con molte informazioni su marche, modelli e la loro storia; last but non least sfruttare le capacità della PS4 per fare lo share on the fly dall’interno del simulatore, permettendo le live delle gare, che hanno avuto e hanno un grande successo.

Di contro ci deluse su molti fronti, come ad esempio: l’assenza di piste (reali e di fantasia) per noi dolorosa (parzialmente compensata dalle uscite succedutesi nel tempo con i numerosi DLC); il non realmente percepibile miglioramento sulla qualità del sound delle auto in corsa; la modalità off-line praticamente assente con l’inesistenza della modalità carriera e quel poco rimasto di sola tipologia “arcade”; la sparizione di moltissime vetture amate (probabilmente troppo costosa la loro conversione in “premium”); la scomparsa della variabilità temporale giorno/notte e di quella delle condizioni climatiche (solo successivamente e parzialmente recuperata con l’introduzione della pioggia, ma solo in pochi tracciati e per di più non mutabile durante lo svolgimento della gara); la persistenza di bug nelle gare in lobby (famosi il “pit bug” e lo “start bug”); il modello fisico non più all’altezza dei competitor più moderni (leggi Assetto Corsa e Assetto Corsa Competizione); la permanenza dell’effetto “flipper” all’entrata in curva (ovverosia l’utilizzo dell’avversario come sponda, senza che questo sbilanci o danneggi la tua auto – cosa che per inciso dà sovente luogo a ricorsi presso le Commissioni di Gara); la scarsa sensazione dell’effetto velocità; il comportamento della I.A. assolutamente inaccettabile e non graduabile, come invece è possibile fare in Project Cars e Assetto Corsa.

Quindi, con queste premesse, logico che ci si aspettasse l’arrivo del vero seguito di GT6, ovverosia GT7. Invece, tutto rimase in sospeso, fintantoché non venne confermata l’uscita nel 2020 della nuova PS5, in occasione del cui lancio pubblicitario tra i vari titoli previsti venne mostrato un trailer del nuovo Gran Turismo.

A questo punto, abituati ai ritardi tra i primi annunci e l’effettiva pubblicazione dei titoli precedenti, non ci meravigliammo poi che passasse ulteriore tempo, oltre un anno. Però adesso ci siamo, l’attesa sta per terminare, la data prevista e confermata sarà il prossimo 4 marzo e solo pochi giorni fa, il 2 febbraio, c’è stato l’evento in diretta mondiale, ovverosia lo “State of the play”, con la presenza di Kazunori Yamauchi, che ha spiegato le caratteristiche della sua nuova creatura.

Ovviamente si sono subito succeduti moltissimi commenti in tempo reale e ancor di più in differita, con l’intento di sviscerare i contenuti di GT7, esaminare le possibili differenze con le precedenti versioni e in particolare con GT Sport, valutare pregi e difetti, elencare caratteristiche, parco auto previsto, piste disponibili. Ogni affermazione, ogni illazione sono stati discussi e valutati da tanti della nostra comunità all’interno delle nostre chat, facendo percepire la tensione e il desiderio di poterlo avere finalmente tra le mani, ma anche l’esaltazione per le features ante GT Sport riproposte e per le novità assolute e la delusione per funzioni che sono subito sembrate indebitamente mancanti o incomplete.

Alla luce di tutto questo, abbiamo deciso di proporre una nostra analisi, basata su due diversi aspetti:

  • il primo che consiste nel rimandare direttamente a quanto pubblicato sulla rete, aggiungendo alcune spiegazioni che ci sono sembrate opportune;
  • il secondo che invece propone qui proprio le riflessioni e i commenti dei nostri iscritti, nell’intento di fornire un punto di vista nuovo dalle precedenti volte in cui abbiamo presentato una versione di GT e diverso da quanto già sentito in giro in questi ultimi giorni.

Primo aspetto: quanto ci è stato dato di vedere e sapere

Partiamo ovviamente con lo State of the play del 3 marzo:

Il video è molo interessante e ben fatto, con tanti esempi e schermate che fanno venire l’acquolina in bocca. È stato commentato in diretta in italiano da più persone, i cui video si possono facilmente reperire in rete. Piccola nota tecnica: se si attiva la trascrizione automatica dei sottotitoli in italiano si riesce anche a seguire compiutamente.

Abbiamo poi dei filmati di approfondimento su aspetti specifici, di cui riteniamo utile elencare i seguenti.

Gran Turismo 7 visto da vicinissimo in 4K: si torna alle origini?

In questo video parlano dei dubbi che molti hanno sulla versione per PS4, oltre al fatto che si vedono alcune auto non presenti nel video ufficiale. Valido anche il relativo articolo reperibile qui:

https://www.spaziogames.it/gran-turismo-7-anteprima/

Gran Turismo 7 è definitivo! (carriera, gameplay e grafica)

Qui viene fatta un’interessante esplorazione dei vari contenuti del gioco, compresa un’intervista a Kazunori.

Gran Turismo 7 sembra mastodontico: gameplay, grafica, modalità

In questo filmato, anch’esso ben curato, si parla molto delle nuove funzionalità, come Gran Turismo Café, e la suddivisione dei venditori tra quelli di auto nuove dal 2001 in poi, quelli di auto usate e quelli di auto leggendarie con costi molto elevati.

Infine alcune pubblicazioni (oltre a quella sopra anticipata di SpazioGames.it), che spiegano con chiarezza altri punti.

Gran Turismo 7: Car List, Track List, Updates, Videos, Screens, and More

https://www.gtplanet.net/gran-turismo-7/#chris-holstrom-concepts-1

In quest’articolo di GTPlanet risalente al 2020, aggiornato il 4 febbraio, vengono elencate tutte le 420 auto previste nel gioco, indicando con (*) quelle non presenti in GT Sport e in corsivo quelle non sicure. Più sotto c’è anche la lista completa dei circuiti, che sono 34 in quasi 100 varianti.

Peraltro, avendo esaminato accuratamente la lista delle auto indicate da GTPlanet e comparandola con quella delle vetture effettivamente presenti in GT Sport, siamo costretti a rilevare le seguenti incongruenze nel loro elenco:

Auto che vengo segnalate come nuove (non presenti in GTS), ma in realtà ci sono già

  • Amuse S2000 GT1 Turbo 2005

Auto che vengono segnalate già esistenti in GTS, ma in realtà non ci sono e quindi sono da considerare nuove (o recuperate da precedenti versioni di GT)

  • Ferrari 308 GTB 1976
  • Ford GT LM Race Car Spec II
  • Honda NSX Type R 2002
  • Jeep Willy’s MB 1945
  • Nissan Silvia (S13) Qs 1988
  • Plymouth Superbird 1970
  • Porsche 911 (964) Carrera RS 1992
  • Toyota Prius 2009
  • Toyota Supra (A70) 1992

Auto presenti in GTS, ma che nella lista GTPlanet non vengo elencate (pensiamo siano dimenticanze dell’autore)

  • Gran Turismo Red Bull X2014 Standard
  • Toyota Supra 3.0 GT Turbo A 1988

Infine, tra le Renault viene indicata come nuova la R8 Gordini 1966, mentre la new entry è la 5 Turbo 1981.

Gran Turismo 7 Will Allow You to Import Liveries and Decals from GT Sport

https://www.gtplanet.net/gt7-import-sport-liveries-20220202/

Altro testo di GTPlanet, in cui viene spiegata una chicca del gioco, cioè la possibilità di importare da GT Sport le livree e gli adesivi già realizzati, cosa sicuramente interessante e apprezzata. Molto lavoro risparmiato!

1954 Ferrari 500 Mondial Pininfarina Coupé Wins Gran Turismo Trophy at Pebble Beach 2012

https://www.gtplanet.net/1954-ferrari-500-mondial-pinin-farina-coupe-wins-gran-turismo-trophy-at-pebble-beach-2012/

Pagina di GTPlanet risalente al 2012, in cui tratta di una delle tante auto premiate da Kazunori al Concorso di Pebble Beach. Adesso, come successo per altre già presenti nel gioco, anche questa è entrata a far parte del parco auto di GT7: una splendida Ferrari 500 4 cilindri di un raro color blu chiaro.

Gran Turismo 7 è la storia di un ritorno a casa

https://it.ign.com/gran-turismo-7/190375/preview/gran-turismo-7-e-la-storia-di-un-ritorno-a-casa

Articolo di IGN, che punta sulla continuità di una saga che dura 25 anni e che prova a raccontarci l’amore per l’automotive, facendo appassionare anche noi. Ci piace citare la frase con cui l’articolo si chiude, ovverosia la risposta finale di Kazunori all’intervista:

“25 anni fa, quando abbiamo creato il primo Gran Turismo, si trattava di un progetto davvero sperimentale”, ci ha raccontato Yamauchi durante il Q&A, “e non ci aspettavamo minimamente potesse diventare un franchise così popolare. La realtà è che, nonostante tutto, anche adesso resta un gioco sperimentale. Quello che è cambiato, è il supporto dei giocatori, dei media, il fatto che da 15, in studio, siamo diventati 300, ma Polyphony è rimasta la stessa famiglia di sempre. Siamo solo fortunati a ricevere tutto il supporto che continuiamo ad avere, 25 anni dopo”. Forse, alla fine, non si tratta proprio solo di fortuna.

Gran Turismo 7: modalità, grafica e gameplay di un gioco di corse ambizioso

https://www.everyeye.it/articoli/anteprima-gran-turismo-7-modalita-grafica-gameplay-gioco-corse-ambizioso-56237.html

Da ultimo in questo testo si centra il focus sulle sue funzioni di “Car Life Simulator”, in grado di attirare ogni tipologia di player, senza che il gioco preveda una vera e propria conclusione.

Secondo aspetto: cosa ne pensano i nostri driver

1) Vista la tipologia degli interventi e la loro successione all’interno delle nostre chat, procederemo prima con quelli testuali, cercando di ordinarli logicamente e mantenendo l’anonimato dei vari ignari autori, che già fin d’ora ringraziamo per il loro apporto. Correggeremo inoltre gli eventuali refusi tipicamente dovuti alla modalità di scrittura utilizzata (crediamo nella quasi totalità dei casi tramite smartphone) e limiteremo ovviamente la pubblicazione solo a quelli che possono essere di interesse generale.

Il cambio motore viene fatto nel tuning estremo. Su GTPlanet dicono che la sigla di quel motore nella foto del Maggiolino corrisponde al motore della Porsche 911 GT3 del 2001. Ci saranno alcune auto nuove, una delle più recenti è la Ferrari F8 Tributo; ho visto anche la McLaren F1 GT1, quella a coda lunga.

Gran Turismo dev’essere quanto più realistico possibile. Spero in una modalità online stabile, senza problemi e fatta come Dio comanda e soprattutto in un offline che ti prenda seriamente, con una I.A. adeguata e perché no, regolabile in base alle abilità del pilota, ma soprattutto gare fatte come si deve, con vetture dello stesso periodo “storico” e non Chaparral che gareggiano contro le Pescarolo, Toyota GT-One, Shelby e frullati vari. Ogni singola vettura va abbinata al suo preciso periodo storico

Secondo me non modificano l’I.A. anche perché non vogliono farlo. Hanno implementato un sistema per il meteo dinamico degno di un simulatore professionale (stando a quello che hanno detto), ma la I.A. probabilmente è rimasta da gioco arcade.

Comunque il Kazu si è “sbottonato” un po’ e ha ceduto alle nuove tendenze prevedendo il Wide Body. La BMW CSI e il Maggiolino elaborato sono favolose!

Mi piacerebbe sapere in base a quali parametri compongono il parco auto del gioco, se fanno delle indagini di mercato o cose simili. C’è da considerare però che per ogni auto bisogna acquistare la licenza e non sappiamo (almeno io non lo so) come funziona la cosa. Se le licenze sono a tempo, per gioco o altro. In un video Aris di Kunos ha detto che loro, per Assetto Corsa, acquistano le licenze per ogni singola auto e che devono rispettare tutto quello che gli impone la casa produttrice, che deve approvare l’auto prima che questa venga pubblicata. Sempre Aris disse che una casa produttrice gli chiese persino di cambiare il verso della trama del carbonio di un componente delle loro auto.

Insomma.. mi sa che devo iniziare a mettere da parte i soldini per la PS5. Speravo in una versione slim, ma è troppo presto. Ho guardato le novità di gt7 e mi piacciono, come le elaborazioni e anche il body kit. C’è anche tanto materiale inutile, parere personale, come il museo e altre ricamature che non servono, ma possono piacere ugualmente all’appassionato. Se vuoi farti una cultura automobilistica c’è la rete e non il gioco. Potevano concentrarsi su tante altre cose, che possono davvero essere utili. Su GT Sport non ho sprecato neanche un minuto del mio tempo a guardare il museo. Mai utilizzato, idem nei vecchi GT. Comunque ci sarà da divertirsi e poi dovremo sperare negli aggiornamenti.

2) per quel che concerne i vari apporti audio, senza voler essere esaustivi, riportiamo qui il senso delle osservazioni fatte, sperando di essere sufficientemente precisi.

Uno degli elementi che più è dispiaciuto dover riscontrare è ancora una volta la mancanza di tante auto che avevano popolato Gran Turismo fino alla versione 6. In particolare il non esserci di vetture come la Toyota GT-One del 1998, la Nissan R89C del 1989, nessuna Opel, nessuna Lotus, l’Alfa Romeo GTA del 1965, solo per citarne alcune. Ma anche il mai avvenuto inserimento di auto spettacolari come la Ford Capri Zakspeed o la Audi 80 IMSA, che da tempo insieme a molte altre sono degnamente rappresentate in concorrenti meno blasonati e meno giocati (Project Cars e Assetto Corsa per citarne solo due).

Ci sono forti dubbi che il livello qualitativo del gioco riesca ad essere adeguatamente mantenuto sulla PS4 Pro, per non parlare della PS4 standard. D’altro canto, si è ben capito che il rendere disponibile GT7 su entrambe le piattaforme è stato un tentativo di parare il colpo dovuto alla crisi di disponibilità della PS5, che ha portato a prezzi di vendita da bagarino per cui molti non si sentono di acquistarla almeno per ora.

A fronte di articoli che annunciano la prossima disponibilità (per l’autunno) della rivoluzionaria versione 2 del sistema di realtà virtuale di Sony, grande è la delusione nell’apprendere che il possibile impiego di tale sistema in ambito GT7 non sia minimamente citato e forse non sarà mai implementato. Nonostante le notevolmente maggiori capacità computazionali e di potenza grafica di questa console Next Generation, essa non è ancora in grado di sostenere le risorse richieste dal VR2? Come mai questo è invece possibile per molti altri giochi anche graficamente assai pesanti?

In merito a questo argomento, per gli interessati postiamo due link di articoli che se ne occupano

PlayStation®VR2: The next generation of VR gaming on PS5

https://www.playstation.com/en-us/ps-vr2/

PSVR 2 arriva entro ottobre, Project Spartacus senza esclusive al day one: nuovo rumor

https://www.everyeye.it/notizie/psvr-2-arriva-entro-ottobre-project-spartacus-esclusive-day-one-rumor-567289.html

Speriamo di essere stati utili per tutti i nostri lettori nel tentare di chiarire e approfondire vari punti sul nuovo atteso software.

Ovviamente, stay tuned!



Aspettando GT 7

Dunque tra pochi mesi ( Katzunori permettendo) potremo mettere le mani sul nuovo capitolo, della serie regolare, di GT, acronimo di Gran Turismo 7
Capitolo che attendiamo con impazienza, visto e considerato che GT sport è un capitolo a sé stante, creato esclusivamente per le gare on line e che mancava della corposa parte dedicata alla carriera offline e di altre, numerose, particolarità che contraddistinguono Gran Turismo.

Cosa sappiamo

Dopo il trailer reveal durante l’annuncio di ps5

e lo state of play di settembre

siamo riusciti a comprendere cosa conterrà Gran Turismo 7, e sarà un ritorno alle origini, da una parte, e un consolidamento della parte “sport” dall’altra.
Questo fa esultare i vecchi appassionati della serie, orfani della carriera, ma a causa delle problematiche legate al covid, per la prima volta, avremo un Gran Turismo cross gen, sviluppato sia per ps4, ps4 pro e ps5. Con tutte le problematiche del caso, ma andiamo con ordine.

Il ritorno della modalità carriera.

La modalità carriera è sempre stato il fulcro di Gran Turismo, e l’ultimo capitolo ad
avere questa modalità è stato GT 6 su ps3, capite bene quanto sia attesa. Avremo finalmente tale modalità, compreso le odiatissime patenti a corredo.

Gran Turismo 7 licenze

Alcune immagini hanno fatto vedere il mondo di gioco, dove ci saranno tutte le modalità con un accattivante grafica 3d che strizza l’occhio ai primissimi capitoli della serie

Gran Turismo 7 word

Mechanical processing

Inoltre ci sarà il graditissimo ritorno delle elaborazioni meccaniche e estetiche. Quindi non più solo i due
cerchietti di potenziamento a step, ma ci sarà la possibilità di cambiare singoli pezzi sia meccanici che estetici

Gran Turismo 7 Tuning center

Back to the past

Inoltre, come visto nelle immagini ci saranno parecchie chicche prese dalle serie storiche, come le auto usate, il car wash ecc…
Presente anche l’editor di livree, non sappiamo ancora con quali novità (anche se pare ci sia la possibilità di poter mettere gli adesivi anche sui finestrini), la modalità scapes per fare le foto ai nostri bolidi.
Mentre una novità pare sia un garage/museo, dove le nostre auto faranno bella sfoggia di se, con tutte le informazioni a corredo.

Gran Turismo 7

In pista

Le novità confermate saranno il meteo variabile, l’alternanza giorno notte, una fisica migliorata e il ritorno di alcune piste storiche, come trial mountain, high speed ring ecc…
Al lancio il gioco conterà un parco di 420 auto e, come detto in precedenza, non ci saranno solo le corsaiole Gr2, 3 e 4 ma anche stradali, auto storiche e auto usate.
Ecco a voi il download di una lista auto redatta prendendo le immagini dei 2 trailer e dalle immagini ufficiali rilasciate da Polyphony e Sony

Cross gen

Purtroppo le problematiche legate al covid hanno allungato i tempi di programmazione, da un lato, e dall’altro ha frenato la capillarizzazione di Ps5 in mano ai gamer. Ps5 ha venduto tantissimo (anche più della 4 nello stesso periodo di lancio) ma moltissime unità sono finite in mano agli scalper.
Questo ha fatto sì che, per la prima volta, avremo un Gran Turismo che girerà su piu piattaforme. Ovviamente la ps4, soprattutto in versione liscia, è una console obsoleta, quindi c’è da chiedersi 2 cose fondamentali. Come girerà, soprattutto in termini di fps, la PS4 liscia con funzioni molto pesanti come tempo e meteo dinamico saranno presenti.
Ovviamente il gioco su ps5 non sfrutterà al massimo le caratteristiche hardware della macchina, infatti da sempre la serie è banco di prova per sfruttare l’hardware sony al massimo.
Bene, questo è un primo quadro generale di ciò che a breve avremo tra le mani. Restate sintonizzati per i prossimi articoli che approfondiranno il gioco, via via che usciranno nuove info.

Fonti utilizzate per la stesura dell’articolo

Sito ufficiale GT7
Playstation Blog
GT7 25th Anniversary Edition

Dove preordinare il gioco

Preordine da Playstation sore
Preordine da Amazon

Lo staff GTDrivers.eu ringrazia tutti i ragazzi che partecipano alla creazione di questo articolo.